Industrie insalubri – Parte II

Ad oggi è in atto un acceso e partecipato dibattito riguardo la delicatissima questione dell’insediamento di industrie insalubri sul suolo matelicese. Dibattito che è affiancato anche da molta confusione che rischia di portare a interpretazioni sbagliate o conclusioni affrettate. Noi stessi del Movimento 5 Stelle Matelica siamo caduti in questo errore e il precedente comunicato che esprimeva le nostre opinioni in merito è stato fortemente criticato in quanto in esso si percepiva una nostra vicinanza alla posizione assunta dall’amministrazione comunale. Per questo ci sentiamo in dovere, prima di tutto, di scusarci con tutti i nostri simpatizzanti e non, e poi di dare una risposta chiara e precisa per fugare ogni tipo di dubbio.
Partiamo dall’inizio e cioè dalla delibera con la quale l’amministrazione comunale approva una variante al piano regolatore generale dando il via al possibile insediamento di industrie insalubri di prima classe in quattro lotti comunali in zona p.i.p. Cavalieri.
Le industrie insalubri in oggetto sono di varia tipologia e come già spiegato comprendono anche attività che potrebbero integrarsi nel territorio cittadino. Ed è su queste che non avremmo nulla da dire, o almeno non ci opporremmo ad esse a priori senza sapere prima di cosa si tratta.
La variante però introduce anche il possibile insediamento di industrie altamente inquinanti che, oltre ad essere pericolose per la salute, sono soggette alla direttiva 96/82/CE (conosciuta anche come direttiva Seveso) in quanto industrie a rischio di incidente rilevante.
L’errore in cui siamo caduti è stato creare confusione intorno a questa distinzione e dunque dichiariamo ufficialmente la nostra assoluta contrarietà all’insediamento di industrie inquinanti e pericolose che costituirebbero solamente un danno sia per la salute, per la sicurezza ma anche per l’economia della nostra comunità che da sempre costituisce un’eccellenza nel settore agroalimentare.
Per questo saremo al fianco dei comitati promotori sia della petizione che del referendum per raggiungere gli obiettivi della raccolta delle firme. In più, qualora queste iniziative non dovessero essere sufficienti ci impegneremo con ogni mezzo possibile per far si che l’amministrazione gestisca in maniera chiara e chieda parere ai cittadini prima di approvare un qualsiasi progetto industriale destinato a questi lotti.

Matelica 5 Stelle

Questa voce è stata pubblicata in News e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink. da Matelica 5 Stelle

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>