Parlamento Pulito: la casta ha detto no!

Signori e signore giù il sipario, la Casta ha detto no!

La conferenza dei capigruppo del Senato ha deciso di affossare la legge Parlamento Pulito ignorando di fatto i 350000 cittadini che l’hanno sottoscritta ben 4 anni fa e gli oltre 5000 che il 10 settembre si trovavano a Roma per rivendicarne la discussione.

Parlamento Pulito chiede il ritorno del voto di preferenza, un massimo di due legislature per ogni eletto, l’immediata espulsione dal parlamento (e ovviamente la susseguente ineleggibilità) dei condannati in via definitiva.

La conferenza dei capigruppo del Senato è composta da signori eletti da nessuno tra i quali figurano Maurizio Gasparri (PDL), Francesco Rutelli (?) entrambi a quota 6 legislature e Anna Finocchiaro (PD) a quota 7. Il solo Felice Belisario dell’IDV era a favore della messa in discussione del ddl.

Siete ancora convinti di vivere in un paese Democratico?

 

Fonti: Blog di Beppe Grillo, Politica24.it

Questa voce è stata pubblicata in News e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink. da Matelica 5 Stelle

3 risposte a Parlamento Pulito: la casta ha detto no!

  1. Lu Viaggiatore scrive:

    Far discutere una legge per reintrodurre la preferenza e limitare i mandati a politici autoeletti con mandati ventennali è come invità lu porcu a magnà le braciole.
    Questa gente non ha più pudore, il senso di impunità che li circonda ha fatto perdere loro un’altro importantissimo senso: la vergogna

  2. Edoardo Cingolani scrive:

    Fanno quello che vogliono…

  3. Enrico Dirminti scrive:

    Basta con questo Parlamento eversivo formato solo da delinquenti!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>