SANITA’ A MATELICA: DICHIARAZIONI E DOCUMENTI UFFICIALI

Con il presente comunicato si intende rappresentare alla cittadinanza, in maniera imparziale ed oggettiva, i fatti accaduti e le dichiarazioni rilasciate dall’amministrazione comunale di Matelica in merito alla riorganizzazione del sistema sanitario regionale con particolare riferimento ai servizi di emergenza urgenza. Partiamo da un dato certo: ad oggi – 02/02/2016 – con la sopra citata riorganizzazione, a Matelica verrà tolto il medico dall’autoambulanza nelle ore notturne lasciando di fatto scoperto dal servizio medicalizzato l’intero territorio. Ora, una breve cronistoria:

-          In data 11/01/2016 l’Assessore Montesi scriveva: “La commissione regionale sanità ha espresso parere favorevole alle proposte di riordino comprese le richieste e indicazioni sulle quali da mesi tutta l’amministrazione di Matelica sta lavorando. 118 h 24, cure intermedie con ricovero diretto, rsa, riabilitazione, servizi ambulatoriali”.

-          In data 11/01/2016 il Sindaco Delpriori scriveva: “La commissione ha votato. Il 118 a Matelica avrà il medico per le 24h. Ci saranno 8 posti di cure intermedie e altri investimenti per la diagnostica”.

-          In data 15/01/2016 il Sindaco Delpriori scriveva: “La commissione sanità del ll’11 gennaio ha proposto e votato questo cambiamento a seguito dei miei colloqui personali con Luca Ceriscioli. Questa che posto è la scheda votata in quella commissione”.

Dopo varie dichiarazioni da parte dei Consiglieri Regionali Bisonni, Pergolesi e Leonardi che smentivano categoricamente le affermazioni sopra riportate, dimostrando – carte alla mano – l’inesistenza della scheda, l’inesistenza della votazione in commissione e l’inesistenza alle modifiche alla delibera, il 28/01/2016 il Consigliere Regionale Bisonni pubblica la risposta del Dott. Piero Ciccarelli alla richiesta di chiarimenti da parte della commissione sanità in merito alla questione Matelicese. Nella risposta viene comunicato quanto segue: “è prevista nel territorio di Matelica la seguente dotazione dei mezzi di soccorso: presenza del mezzo di soccorso avanzato (MSA) H12 (diurno) e presenza del mezzo di soccorso infermieristico (MSI) H12 (notturno)”. Tradotto: di notte a Matelica l’autoambulanza non avrà il medico a bordo. Presenza del mezzo di soccorso infermieristico (MSI) H12 (notturna)” A) H12 (diurna), che assicura gli interventi di emergenza urgenza territoriale e partecipa alle Prestazioni di Primo Intervento come regolamento dalla L. 36/98 e ss.mm.ii.
-Presenza del mezzo di soccorso infermieristico (MSI) H12 (notturna)”

La risposta di Ciccarelli cala il sipario sulla reale e drammatica situazione sanitaria e smentisce le assurde dichiarazioni sbandierate dall’amministrazione. Tutte palesemente false.

Dalla cronistoria degli eventi, appaiono oggettive una serie di circostanze:

-          La perdita di credibilità dell’attuale amministrazione. Per giorni il Sindaco ed alcuni Assessori hanno dichiarato incessantemente di aver ottenuto tramite interventi politici il medico H24 sui mezzi di soccorso, presentando tra l’altro su Facebook documentazione millantata come ufficiale e rivelatasi poi inesistente nelle carte ufficiali della Regione; non è la prima volta che dichiarazioni del Sindaco vengono smentite (si ricordino quelle sulle presunte infiltrazioni mafiose tempestivamente smentite dal Procuratore di Macerata Giovanni Giorgio);

-          L’arroganza dimostrata dal Sindaco e dall’Assessore Montesi  i quali, a più riprese, sui social network rivolgono attacchi più o meno diretti verso i cittadini dissenzienti ed i Consiglieri Regionali solo perché questi, carte alla mano, si erano accorti di quanto stava realmente accadendo;

-          L’inconsistente peso politico del Partito Democratico Matelicese, le cui richieste (sempre che le abbiano fatte) sono state fino ad oggi snobbate dai vertici regionali del partito.

Di tutta questa vicenda resta, purtroppo, oltre che un servizio sanitario peggiore rispetto al passato, anche la sensazione che l’amministrazione comunale si trovi in difficoltà nel gestire situazioni articolate e critiche, lasciando trasparire, dalle inadeguate dichiarazioni rilasciate, una sorta di impreparazione e superficialità.

Si conclude affermando che i servizi sanitari e la tutela della salute dei cittadini restano prioritari rispetto ad ogni logica di partito, interesse politico o campanilismo, pertanto faremo tutto quanto in nostro potere, in tutte le sedi che riterremo opportune, per opporci a questa riforma sanitaria.

Movimento 5 Stelle Matelica

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink. da Matelica 5 Stelle

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>